Kotebel

artists/KotebelSir Elton John una volta cantò ” The Sad songs say so much.”Ma ci rendono tristi?

I ricercatori Dell’Università delle Arti di Tokyo E DEL Riken Brain Science Institute in Giappone hanno cercato di rispondere a questa domanda in un recente studio pubblicato online. Hanno posto la domanda: “perché ascoltiamo musica triste se evoca tristezza?”

I risultati mostrano che, contrariamente alle credenze popolari, ascoltare musica triste in realtà ci fa “sentire più romantici, più blithe, e meno emozioni tragiche.”

Nello studio, i ricercatori hanno diviso le emozioni legate alla musica in due categorie: emozioni percepite e emozioni sentite per 44 partecipanti, che hanno ascoltato due canzoni tristi e una canzone felice. I partecipanti hanno poi valutato le loro emozioni in 62 parole o frasi, dicendo quanto si sono identificati con ciascuno su una scala che va da 0 (per niente) a 4 (molto).

Anche se i partecipanti hanno percepito che la musica triste era “tragica”, la loro esperienza reale di ascoltare la musica è stata valutata molto più allegramente.

I ricercatori scrivono:

“I partecipanti sembravano provare emozioni ambivalenti quando ascoltavano musica triste. Questo forse perché l’emozione indotta dalla musica è indiretta, cioè non indotta da eventi personali, che in qualche modo induce i partecipanti a provare piacere.”

Le tristi canzoni che i partecipanti ascoltavano erano Nocturne in fa minor “la Separation” di Glinka ed Etude G minor “Sur Mer” di Blumenfeld. I ricercatori hanno anche suonato queste canzoni in una chiave importante per controllare il “happy effect”.”

Hanno notato che le emozioni suscitate dalla musica non rappresentano una minaccia diretta per gli ascoltatori, a differenza delle emozioni che proviamo quotidianamente. “Quindi,” dicono, ” possiamo anche godere di emozioni spiacevoli come la tristezza. Se soffriamo di emozioni spiacevoli evocate nella vita quotidiana, la musica triste potrebbe essere utile per alleviare le emozioni negative.”

Recentemente sono stati condotti diversi studi sui benefici dell’ascolto della musica, in particolare uno sui benefici della musica per la salute mentale e fisica.

Anche Sir Elton conosce i vantaggi di identificarsi con le canzoni tristi:

  • Anche Sir Elton conosce i vantaggi di identificarsi con le canzoni tristi:“Se qualcun altro sta soffrendo abbastanza da scriverlo
  • Quando ogni singola parola ha senso
  • Allora e ‘ piu ‘ facile avere quelle canzoni in giro.
  • Il calcio dentro è nella fila che finalmente arriva a te
  • ed è così bello soffrire così tanto
  • E soffrire abbastanza da cantare il blues.”

Canzoni tristi (Say So Much), Elton John e Bernie Taupin

I ricercatori concludono che occorre creare un nuovo modello per esaminare le emozioni musicalmente indotte: “questo nuovo modello deve contemplare la possibilità che ciò che sperimentiamo nell’ascoltare la musica sia un’emozione Vicaria.”

Forse Sir Elton può aiutare i ricercatori con i loro obiettivi.